Personal tools

Skip to content. | Skip to navigation

You are here: Home Biblioteca

Biblioteca

Biblioteca

Con i suoi oltre 40.000 volumi la biblioteca dell’Istituto di storia del diritto e comparazione storica del diritto è tra le più ricche del settore in Germania e vanta un ragguardevole patrimonio di fonti e letteratura, in gran parte liberamente accessibile. Inoltre la biblioteca, costantemente arricchita con l’acquisto delle ultime novità editoriali, dispone di ampie raccolte di tesi ed estratti, nonché di un’importante fondo di edizioni antiche del 16° e 17° secolo, consultabili per fini di ricerca.

La sezione romanistica, in particolare, raccoglie opere (in quasi tutte le lingue europee) non solo sul diritto di Roma antica, ma anche sui diritti dell’Oriente mediterraneo e della Grecia, di etruscologia e numismatica; un ampio panorama di edizioni critiche e commentari di fonti giuridiche e letterarie in greco e latino; i migliori lessici, vocabolari ed enciclopedie sull’Antichità; nonché i più importanti periodici del settore (come ad esempio ZSS., Ivra, Index, BIDR., JRS.). Non mancano, inoltre, le moderne edizioni digitali di fonti, letteratura e repertori bibliografici.

Uno dei punti di forza della biblioteca romanistica è la raccolta di edizioni di papiri. Essendo la papirologia giuridica tradizionalmente una delle principali linee ricerca dell’Istituto, fin dall’inizio è stata realizzata una raccolta sistematica di edizioni di antichi documenti contrattuali, costituendo una delle più grandi collezioni di questo genere in Germania.

Archiv

GreekPapyri

BGU

Attualmente si sta ampliando anche la sezione dedicata ai cd. «studi sociali», con particolare attenzione agli aspetti giuridici di grandi temi, come – ad esempio – la schiavitù, le economie antiche e i «gender studies».

L’attuale estensione del patrimonio librario dell’Istituto di storia del diritto è frutto anche delle illustri frequentazioni che esso può vantare. La ricerca scientifica a Friburgo vanta, infatti, una lunga tradizione nel campo della storia del diritto antico: grandi maestri come Fridolin Eisele, Otto Lenel, Fritz Pringsheim (la cui biblioteca è confluita in quella dell’Istituto) e Hans Julius Wolff hanno contribuito con le proprie indagini storico-giuridiche al prestigio nazionale e internazionale della Facoltà friburghese, lasciando al contempo anche la propria impronta sullo sviluppo della biblioteca.

Il catalogo di papirologia giuridica è consultabile in Internet.

Presso l’Istituto sono inoltre disponibili numerosi microfilm di manoscritti medievali di contenuto romanistico.

L’istituto custodisce anche alcune rarità, tra cui lo statuto di Friburgo riformato dell’umanista e professore di diritto friburghese Ulrich Zasius (1461-1535) nell’edizione originale a stampa del 1520, una edizione glossata del “Sachsenspiegel” del 1528 e un facsimile completo del Codex Florentinus Digestorum in dieci fascicoli degli anni 1902-1908 (“edizione romana”).

Lo statuto di Friburgo, in particolare, è stato digitalizzato in occasione del 550° anniversario della fondazione dell’Università ed è disponibile nel database della biblioteca universitaria. I relativi costi sono stati sostenuti dalla Società Friburghese di Storia del Diritto (Rechtshistorische Gesellschaft Freiburg e.V.).

La biblioteca è dotata delle più moderne tecnologie per la ricerca nel campo dei diritti antichi, compresi moderni lettori di microfilm/microfiche e computer per accedere alle risorse in rete.


Inoltre, essa dispone di postazioni di lavoro nella biblioteca e nella sala riviste. Dottorandi e ospiti stranieri hanno la possibilità di farsi assegnare una postazione di lavoro fissa. Il patrimonio librario della biblioteca è registrato nel catalogo elettronico della biblioteca universitaria.

Clicca qui per scaricare la piantina della Biblioteca con l’indicazione dei diversi settori.